Home | Presentazioni e Incontri

Attività Dottorato di ricerca Metodi e Metodologia della Ricerca Archeologica e Storico-Artistica

  • Memoria, retorica, conservazione: l’arredo liturgico medievale dalla Controriforma al post-Vaticano II

    Attività Dottorato di ricerca Metodi e Metodologia della Ricerca Archeologica e Storico-Artistica

    Online

Memoria, retorica, conservazione: l’arredo liturgico medievale dalla Controriforma al post-Vaticano II

Lunedì 30 novembre 2020, ore 10,30

Manuela Gianandrea (Università La Sapienza, Roma) Elisabetta Scirocco (Bibliotheca Hertziana, Roma)

Discussant Francesca Dell’Acqua

Nei numerosi momenti in cui la committenza artistica si è volta a un recupero e a una rivitalizzazione delle origini cristiane, gli arredi liturgici tardoantichi e medievali sono spesso divenuti voci chiare di un passato da rievocare e simboli altrettanto loquaci di un’identità religiosa e culturale delle origini. Ripercorrendo le complesse ed alterne fasi vissute dagli arredi liturgici medievali , si nota comeessi da sistema organico finalizzato a plasmare lo spazio sacro divengano prima strumentali memorie identitarie di un passato da riproporre e poi oggetto che sintetizza in modo retorico la funzione liturgica e il richiamo storico alla Chiesa locale. Si tratta di un’indagine che in questa occasione si concentra su due realtà culturali specifiche. Una di esse non poteva che individuarsi in Roma e nell’antico Stato Pontificio, costante polopropulsore e modello di riferimento: l’altra è la Campania, nella sua identità storica, alla ricerca di un territorio geograficamente e culturalmente a cavallo tra il Patrimonio della Chiesa e il Meridione d’Italia.

Manuela Gianandrea, professoressa di Storia dell’arte medievale, coordinatrice del Dottorato di ricerca in Storia dell’arte, vicedirettrice del Dipartimento SARAS (StoriaAntropologia Religioni Arte Spettacolo), Sapienza Università di Roma.

Elisabetta Scirocco, ricercatrice-assistente scientifico Dipartimento Michalsky, Bibliotheca Hertziana – Istituto Max Planck per la Storia dell’arte.

link per richiedere l'accesso all'aula virtuale