Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

FACE, MOVEMENT AND GESTURE: LA RITRATTISTICA BAROCCA TRA L'ITALIA E L'EUROPA

La ricerca intende prendere in esame il processo di trasformazione del ritratto in epoca barocca, quando si assiste al passaggio dalla tipologia del ritratto contemplativo a quello cosiddetto parlante, dando particolare attenzione alla ritrattistica caravaggista e agli espedienti figurativi adottati dagli artisti per fare entrare in dialogo lo spettatore con l'effigiato. L'indagine prenderà avvio dai ritratti eseguiti da Caravaggio, di cui molti attestatati dalle fonti e che offrono interessanti tracce di ricerca finora non percorse dalla storiografia contemporanea, per ampliarsi nella seconda fase della ricerca verso la produzione ritrattistica dei caravaggisti per comprendere l'evoluzione e le molteplici dinamiche di appropriazione dei modelli compositivi. Questi saranno analizzati attraverso casi di studio specifici e comparati (histoire croisé) per cercare di tracciare una mappatura storica dei volti e dei loro ideatori, comparando al contempo il ritratto pittorico con quello scultoreo, strettamente collegati tra loro nel processo di elaborazione di un nuovo modello ritrattistico in azione. Rispetto alle ricerche sul ritratto (vedi n. 11, base di partenza scientifica), le indagini saranno volte a catalogare le tipologie degli abiti e la loro rappresentazione, per comprendere lo status degli effigiati, le loro mansioni e provenienze geografiche, e al contempo comprenderne l'epoca d'uso e quanto gli artisti ricorrano a costumi idealizzati. Sarà inoltre oggetto di indagine la pratica disegnata come fondamentale momento di appropriazione da parte dell'artista della fisionomia dell'effigiato, partendo dalla figura di Ottavio Leoni, sintomaticamente preso a modello da Caravaggio e da uno dei principali ritrattisti di epoca barocca, Antoon van Dyck. Tale filiazione mostra con chiarezza come il modello concepito nella Roma del Seicento sia significativo per l'Europa del tempo che trasformerà, con l'apporto di protagonisti come Rubens o Rembrandt, l'immagine dell'uomo barocco.

StrutturaDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.400,00 euro
Periodo20 Novembre 2017 - 20 Novembre 2020
Gruppo di RicercaAMENDOLA Adriano (Coordinatore Progetto)