Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

L'ALETOLOGIA AGOSTINIANA: VERUM E VERITAS NEL GIOVANE AGOSTINO

La natura stessa dell’oggetto del progetto di ricerca suggerisce una particolare struttura operativa. Il problema aletologico costituisce infatti la piattaforma epistemologica sulla quale si fonda l’intera struttura di un sistema filosofico; determinare i criteri in virtù dei quali è possibile (1) giudicare ‘vero’ qualcosa e (2) determinare se e come sia possibile arrivare a un possesso pieno della verità costituiscono infatti il presupposto che fonda qualsivoglia architettura speculativa.Nel caso del pensiero di Agostino, è a partire dalle prime opere, indirizzate proprio a decostruire l’esito scettico dell’ultima Accedemia platonica, che viene posto il problema di una fondazione veritativa del pensiero. In tutto l’arco dei dialoghi ‘filosofici’ e in generale dei trattati con i quali dà avvio alla sua produzione, infatti, Agostino manifesta la necessità di chiarire, in più ambiti, quali siano i criteri che permettono di giudicare vera una particolare affermazione o dottrina: così, nel procedere delle diverse opere, Agostino si sofferma sul problema del discorso vero, della vera felicità, della vera religione, della verità del linguaggio, etc.In virtù di tale presupposto, il progetto di ricerca è strutturato in tre fasi:1.In una prima fase, si procederà a una schedatura sistematica di tutti i dialoghi di Agostino. Questa schedatura è funzionale a superare l’analisi semplicemente lemmatica (che cioè tenga in considerazione soltanto i passi nei quali Agostino fa esplicitamente riferimento ai lemmi ‘veritas’, ‘verum’ e ai loro derivati) per giungere a una ‘semantizzazione’ del testo agostiniano che produca una specifica ‘ontologia’, intesa come identificazione di domini di interesse. Gli elementi di tale ontologia saranno i diversi temi che emergeranno dalla lettura del testo agostiniano e che dunque non si configureranno come categorie ermeneutiche precostituite e riapplicate ex post all’opera di Agostino ma come concetti estratti dall’opera stessa e da essa suggeriti. Tale analisi permetterà di classificare l’intera produzione dialogica di Agostino in virtù dei temi (i domini di interessi della ‘ontologia agostiniana’) che di volta in volta emergeranno dalla lettura critica dell’opera. Al fine di rendere questa schedatura efficace, sarà necessario dotarsi di strumenti informatici specificatamente pensati per questa esigenza. I diversi software oggi disponibili per creare thesauri sono funzionali a una classificazione lemmmatica, attualmente già disponibile, per l’opera di Agostino, su banche dati come la Patrologia latina. Sarà dunque necessario costruire una piattaforma ad hoc, realizzata con script PHP e interfacciata a database MySQL, residente su un server dedicato e accessibile in modo scalare da livelli di utenza differenziati.2.Realizzata la piattaforma e completata la schedatura, e dunque ultimata sia l’analisi critica dei dialoghi sia il popolamento della base di dati relativa all’ontologia agostiniana, sarà possibile verificare non soltanto tutti i loci speculativi nei quali Agostino affronta il problema della verità, ma anche verificare quali siano gli altri temi che a tale problema si accompagnano nelle sue opere, ampliando così l’analisi3.Esito di tali fasi sarà (1) la condivisione dei risultati della semantizzazione dei testi agostiniani in un’ottica di disseminazione open access del lavoro e (2) la pubblicazione di uno studio di sintesi dei risultati ottenuti.

StrutturaDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.500,00 euro
Periodo20 Novembre 2017 - 20 Novembre 2020
Gruppo di RicercaBISOGNO Armando (Coordinatore Progetto)