Progetti Finanziati

Ricerca Progetti Finanziati

SOGNO E ANALITICA DELL'ESSERCI

La ricerca sarà impegnata a ritracciare le coordinate teoriche entro cui Medard Boss prospetta una “nuova comprensione del sogno”, una comprensione segnata da una contrapposizione tra una Deutung e una Auslegung del fenomeno onirico. Sarà chiarito come il sogno, per lo psichiatra svizzero, non debba essere sottoposto ad uno smontaggio delle sue scene, ad una operazione decifratoria di un “senso altro” occultato nel suo “senso immediato”, ma vada ac-colto nel suo mostrarsi, nel suo donarsi. Altresì, sarà precisato come, secondo Boss, per un verso sia da negare la natura allucinatoria del sogno, per un altro sia da riconoscere a questo una “propria realtà”: il reale onirico è accomunabile al reale dello stato desto in quanto “produzione disvelante”. Sarà illustrato come l’indagine bossiana intorno all’esperienza onirica si approfondisca innestandosi sull’analitica heideggeriana: questa esperienza resterebbe inintelligibile senza le nozioni di apertura, di spazialità, di storicità e soprattutto di realtà. Sarà sottolineato come l’insieme dei concetti mutuato dalla “filosofia del Dasein” consenta a Boss di affinare la sua critica alla teoria freudiana basata su una fallace visione dell’uomo come psiche o “soggetto capsulare”, isolato e chiuso in se stesso i cui sogni non sarebbero che proiezioni della sua vita interiore.Sarà esaminato come la proposta teorica bossiana disegni una continuità-unità dell’esistenza onirica e dell’esistenza desta e identifichi una differenza essenziale tra l’una e l’altra nella limitazione o meno dell’apertura al mondo, nella riduzione o meno della gamma delle possibilità.Nella seconda sezione del progetto di ricerca sarà analizzata l’opera di Detlev von Uslar, figura eminente nel panorama della psicologia filosofica europea, collega di Boss all’Università di Zurigo, il quale nei suoi studi onirologici segue e ad un tempo modifica l’impostazione metodologica bossiana. Saranno ripercorsi gli interrelati piani della fenomenologia uslariana dell’onirico: l’essere del sogno un mondo non una Bildungwelt ma un mondo reale (per il sognante), l’essere del sogno un nulla una Un-welt, un non-mondo, un sogno( per il sognante risvegliato), l’essere del sogno un significato, un messaggio (per il fedele custode).Infine si lavorerà alla cura di una edizione italiana dei due testi di Boss dedicati al sogno (Der Traum und seine Auslegung, Bern – Stuttgart, 1953;”Es träumte mir vergangene Nacht…”, Bern – Stuttgart, 1975) di cui il secondo non è che un completamento, un arricchimento del primo.

StrutturaDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
Tipo di finanziamentoFondi dell'ateneo
FinanziatoriUniversità  degli Studi di SALERNO
Importo1.500,00 euro
Periodo20 Novembre 2017 - 20 Novembre 2020
Gruppo di RicercaFESTA Saverio (Coordinatore Progetto)
CALABRO' Daniela (Ricercatore)
ESPOSITO Vincenzo (Ricercatore)
GAGLIARDI Nicoletta (Ricercatore)
PULLI Gabriele (Ricercatore)