Projects

Research Projects

ARCHIVI DI IMPRESA

A partire dagli anni Settanta del secolo scorso incomincia ad affermarsi in Italia un nuovo indirizzo di studi pluridisciplinari riguardante l’Archeologia industriale, già sviluppatosi in Inghilterra nel solco dell’interesse storiografico per tutti gli aspetti della ‘cultura materiale’, al fine di evitare la scomparsa di alcune delle più significative testimonianze della rivoluzione industriale. Secondo una definizione codificata in ambito internazionale, questo nuovo indirizzo trova le proprie finalità nella conoscenza attraverso ambiti e finalità diverse (della storia, dell’architettura, della tecnologia, dell’urbanistica, dell’arte, del costume e della vita sociale) dei prodotti industriali, e quindi di impresa, e nella predisposizione di interventi mirati alla conseguente tutela, conservazione e fruizione. Gli archivi di impresa, pertanto, sono da interpretare come memoria di produzione di idee oltre che testimonianza dell’attività manifatturiera; considerata al centro di una rete più o meno fitta di strutture di servizio (ponti, ferrovie, stazioni, canali, abitazioni, mercati, scuole professionali, etc…). A ciò si aggiunge anche l’interesse per i macchinari, studiati nella loro rapida evoluzione e quindi per l’impatto esercitato sull’ambiente preesistente spesso soggetto a notevoli e non sempre positive trasformazioni del territorio. Il coinvolgimento pluridisciplinare ha prodotto, di fatto, negli ultimi trent’anni numerosi interventi: Regioni ed Enti locali sono divenuti compartecipi di progetti per la catalogazione di importanti archivi industriali; il mondo della ricerca ha attivato presso prestigiose sedi universitarie corsi di perfezionamento post laurea sui temi della conservazione, gestione e valorizzazione del patrimonio industriale. Allo stesso tempo, l’indagine storiografica – nel rivolgersi a settori di grande e moderna originalità – ha ricoperto un ruolo non secondario ricostruendo la memoria di aspetti del mondo del lavoro e delle relative forme di produzione. Accanto a materiali documentari di natura eterogenea (diari, articoli di giornali, relazioni ed inchieste condotte da enti culturali, partiti, associazioni padronali e sindacali) sono state rivisitate le fonti archivistiche più diverse per ricostruire anche l’ambiente sociale di determinate attività imprenditoriali. Non a caso l’avvento dell’Archeologia industriale ha posto in primo piano il valore degli Archivi d’Impresa.

DepartmentDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost1.550,00 euro
Project duration29 July 2016 - 20 September 2018
Research TeamZACCARIA Raffaella (Project Coordinator)