Projects

Research Projects

FONDAMENTI PER UNA EDUCAZIONE COSMOPOLITICA

La ricerca è innovativa innanzitutto perché propone una lettura ampia del cosmopolitismo, inteso non solo come teoria giuridico-politica ma come visione filosofica d'insieme della "mondializzazione" cioè dell'età globale. Ed è innovativa perché cerca di individuare alcuni temi-chiave che possano far parte di un programma educativo, qualcosa come una educazione cosmopolitica intesa come materia d'insegnamento a livello quantomeno europeo.La sopra menzionata ricerca offriva una prima delineazione storico-teorica del cosmopolitismo, con un'attenzione ai nodi che emersi nell'età contemporanea. La presente ricerca intende essere più teorica, laddove sia la storia del cosmopolitismo sia il dibattito attuale servono da base per delineare un organico quadro filosofico e culturale: il cosmopolitismo come elaborazione sistematica di una esperienza che ha assunto il tratto della "mondialità", dello sconfinamento continuo dei limiti ambientali e culturali in cui ci muoviamo come individui fisici. Anche con riferimento alle precedenti ricerche sul concetto di mondo, ci si prefigge in particolare di seguire tre percorsi. 1) Delineare una fenomenologia dell'esperienza mondana, a cominciare dall'esperienza degli ambienti prossimi sino a quell'orizzonte massimo onniavvolgente che chiamiamo mondo. Si tratta di capire come cambia il nostro vissuto e le nostre rappresentazioni a mano a mano che si passa dal territorio locale alla Terra, dall'ambiente circoscritto al mondo intero. 2) Individuare un insieme di temi fondamentali attraverso cui facciamo esperienza del mondo globale: i media, la rete, le istituzioni internazionali, l'incontro-scontro con l'estraneo e gli stranieri. 3) Ricavare dai due punti precedenti un ipotetico programma di "educazione cosmopolitica", che non sia soltanto una educazione alla cittadinanza globale, con rudimenti di politica internazionale, ma sia un teoria complessiva di cosa significa "fare esperienza del mondo" e "stare al mondo", .Lo scopo è dunque di di fornire al cosmopolitismo una fondazione teorica più profonda che restituisca al mondo e alla "mondialità" tutto il loro spessore concettuale, mentre ora hanno soprattutto una valenza politico-economica; una base importante ma un po' povera sul piano culturale e filosofico. L'ipotesi che sorregge la ricerca è che solo l'arricchimento degli stimoli culturali e la critica filosofica possono rendere il cosmopolitismo uno strumento efficace per formare non solamente cittadini, ma autentici uomini di mondo, soggetti consapevoli della realtà globale.

DepartmentDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost1.520,00 euro
Project duration7 November 2014 - 31 December 2016
Research TeamRUSSO Marco (Project Coordinator)
LISCIANI PETRINI Enrica (Researcher)