Projects

Research Projects

METODI E STRUMENTI PER L'ANALISI DEL PATRIMONIO AMBIENTALE E CULTURALE DELLA REGIONE CAMPANIA

La ricerca sarà condotta attraverso lo sviluppo di varie fasi. La prima riguarderà la raccolta bibliografica, lo studio dei documenti ufficiali di pianificazione territoriale e regionale, l’analisi delle politiche previste e poste in essere per lo sviluppo locale, relativamente agli ambiti territoriali di interesse.Si procederà, successivamente, a sviluppare un’ampio studio di contesto, con riferimento alle caratteristiche naturalistiche ed ambientali, alle dinamiche socio-demografiche, alle vocazioni economiche e alle dotazioni infrastrutturali dei diversi territori. Saranno quindi individuate ed evidenziate criticità e potenzialità complessive dei sistemi territoriali di riferimento. La seconda fase prevede la messa a punto di strumenti di analisi per la rilevazione, la classificazione, la schedatura e la georeferenziazione su base cartografica dei beni ambientali e culturali presenti nelle aree di interesse. Saranno svolte accurate indagini sul campo, accompagnate da una prima campagna fotografica relativa alle evidenze censite, cui successivamente ne seguiranno altre più specifiche. A valle delle indagini effettuate, verranno scelti in via definitiva gli itinerari da approfondire, rivolgendo l’attenzione ai contesti caratterizzati dalla presenza di beni ambientali, culturali e paesaggistici di rilevante interesse benché poco conosciuti e valorizzati e, dunque, considerati minori.Si passerà, poi, ad una terza fase che riguarderà la messa a punto di un modello di analisi elaborato attraverso l’uso di metodologie informatiche innovative. Il modello prevede la realizzazione di due sezioni. Nella prima sarà presentata un’analisi di contesto delle aree di studio, realizzata attraverso la costruzione di un’ampia serie di cartografie tematiche finalizzate per un verso a consentire una lettura articolata e completa dei territori di riferimento, per un altro ad evidenziare la natura geografico relazionale dei beni ambientali e culturali e di rapportarli, dunque, ai contesti territoriali di appartenenza. La seconda sezione del modello prevede, invece, la presentazione degli itinerari e dei percorsi tematici scelti sulla base delle indagini territoriali precedentemente svolte.Gli itinerari ed i percorsi saranno resi fruibili attraverso la tecnica propria di Google Map che consente una veloce navigazione all’interno di cartografie georeferenziate, utilizzabili alle diverse scale e consultabili anche in modalità tridimensionale. Il modello prevede per ogni itinerario individuato la messa a punto di percorsi tematici relativi rispettivamente alle risorse artistico-monumentali, archeologiche e paesaggistiche. Ogni evidenza sarà posizionata sulla carta mediante georeferenziazione e sarà corredata delle schede informative e documentarie precedentemente realizzate e delle fotografie specifiche effettuate nel corso delle campagne fotografiche.La quarta fase riguarda l’implementazione del Sistema Informativo Geografico che sarà realizzato presso il Laboratorio Sistemi Informativi per l’Organizzazione del Territorio (SIGOT) del Dipartimento di Scienze del Patrimonio culturale.Il Sistema Informativo sarà suddiviso in due sezioni. Una prima sarà finalizzata alla realizzazione di cartografie tematiche a scala comunale e di sezione di censimento, con implementazione di una banca dati numerica. Una seconda conterrà gli itinerari ed i percorsi che potranno essere consultati tramite il sistema Google Map, attraverso i quali saranno messe in evidenza le risorse presenti sul territorio alle diverse scale.

DepartmentDipartimento di Scienze del Patrimonio Culturale/DISPAC
FundingFondi dell'ateneo
FundersUniversità  degli Studi di SALERNO
Cost1.750,00 euro
Project duration11 December 2013 - 11 December 2015
Research TeamRIITANO Mariagiovanna (Project Coordinator)